WM GM

Caldaia marina a quattro giri di fumo per combustibili solidi, a griglia mobile

  • WM GM

Il modello WM GM è una caldaia di tipo marino a quattro giri di fumo per produzione di acqua calda, concepita appositamente per combustibili solidi, con struttura tubiera conformata in funzione delle specifiche esigenze di pulibilità e corretta combustione.

Caldaia a combustibile solido a griglia mobile, idonea per la combustione di biomassa, scarti della lavorazione del legno trattato e non trattato.

Gamma composta da 15 modelli con potenze utili da 130 kW a 4.100 kW


  • Dati Tecnici

    Pressione standard di progetto 3 bar

    Avanzamento del combustibile mediante griglia mobile inclinata, per un efficace controllo dello spessore del letto anche in condizioni di rammollimento e parziale fusione delle ceneri e un sicuro avviamento delle medesime alla fossa di raccolta ad evacuazione meccanica.

    Alimentatore a coclea che nasce da un progetto unico caldaia-focolare meccanico.

    Sottogriglia diviso in comparti stagni per una adduzione differenziata dell’aria comburente.

    Camera di combustione molto ampia e completamente secca, dotata di volta di riverbero e percorso invertito dei fumi per una ottimale essiccazione del combustibile umido. Combustione in due stadi, con gassificazione in griglia e rapporto aria primaria/aria secondaria variabile in un ampio campo a seconda del combustibile impiegato. Aria secondaria iniettata con sistema ad alta turbolenza, indipendente.

    Rivestimento refrattario, del tipo misto in gettata e in mattoni a seconda delle diverse zone e geometria del percorso fumi tali da garantire un numero minimo di interventi di pulizia e accessibilità totale attraverso le porte laterali.

    Il basamento che sostiene la caldaia alloggia la camera di combustione ed è completamente rivestito di mattoni per una combustione ad elevate temperature.

    Sistema termostatico per avanzamento automatico coclea e predisposizione antincendio.

    Elevati rendimenti di combustione, normalmente superiori al 90% (mod. 130÷950) e 85% (mod. 1300÷4100). Tutto ciò viene realizzato in una unica blocco compatto, di comparativamente limitato ingombro e di rapida installazione.

     

    CERTIFICAZIONI

    • Marcatura CE secondo le Direttive:
    • Macchine (2006/42 CEE)
    • Bassa Tensione (2014/35/UE)
    • Compatibilità Elettromagnetica (2014/30/UE)

     

    ACCESSORI A RICHIESTA

    Potenza termica modulata in continuo: quadro elettromeccanico con accensione automatica del combustibile, modulazione di fiamma, telecontrollo, con controllo della combustione tramite sonda LAMBDA.

    Regolatore di tiraggio: mantiene costante, al valore impostato, il tiraggio in camera di combustione. Consta di strumento rilevatore e farfalla motorizzata sul condotto di by-pass della batteria multiciclonica oppure inverter sull’aspiratore fumi. Ha un ruolo importante nel contenimento delle emissioni di polveri.

    Bruciatore di accensione o pilota: consente di operare in automatico la prima accensione del combustibile solido ed è indispensabile per materiali con elevata umidità. Di tipo monoblocco ad una sola fiamma (~0,25 MW) può essere alimentato da gasolio o gas metano.

    Sistema pulizia ad onda d’urto SBS: riduce la frequenza della pulizia del fascio tubero e mantiene nel tempo l’efficienza di scambio termico. Il sistema è composto da una serie di soffiatori ad onda d’urto applicati sulla struttura caldaia, e da un temporizzatore che gestisce il corretto funzionamento. Le polveri residue della combustione staccate dal banco convettivo, vengono trasportate dal flusso dei fumi e vengono decantate del sistema di filtrazione a valle della caldaia. Il sistema funziona con caldaia in marcia.


    COMBUSTIBILI COMPATIBILI TIPOLOGIA

    Rifiuti della prima e seconda lavorazione del legno e del sughero non trattati.

    Biomasse (Scarti vegetali di attività agricole, forestali, di prima lavorazione dei prodotti agroalimentari, sanse esauste, vinaccioli, farina di vinaccioli, residui di frutta, buccette e altri residui vegetali).

    Pellets di legno.

    Scarti della lavorazione del legno e affini trattati (pannelli truciolati o multistrato incollati e nobilitati con resine nel tipo e quantità ammesse dalle norme sul riutilizzo dei residui). Temperatura minima di rammollimento delle ceneri: 800°C.

    Massima percentuale di ceneri sul combustibile secco: 4%


    GRANULOMETRIA MASSIMA AMMESSA, UMIDITÀ DEL COMBUSTIBILE, GARANZIE SUL PROCESSO DI COMBUSTIONE E SULLE EMISSIONI AL CAMINO, saranno definite su specifiche richieste a livello contrattuale.

  • Depliant

Altri prodotti alternativi